Lasciaci una recensione

Alessandro "Alex Pi " Perticucci

Nato a Padova nel 1983, Alessandro Perticucci, aka Alex Pi, è il proprietario, ideatore e principale artista di Morbink Tattoo Parlour, Trieste. Alex ha iniziato la sua carriera più di 16 anni fa, entrando fin da subito a far parte dello staff dello storico Voodoo Tattoo Club di Padova, luogo di riferimento dove, sotto la guida del suo maestro Rudy Grifalconi, ha appreso le tecniche  e le competenze che lo hanno portato in breve tempo a misurarsi con il difficile percorso del tatuatore professionista. Qualche anno dopo decise di trasferirsi a Trieste con l’obbiettivo di migliorare ancora: trovò nel Ricky Tattoo Studio il posto ideale dove confrontarsi ad un livello ancora più alto. Lavorare vicino ad artisti molto esperti e preparati gli ha consentito di cominciare a raccogliere consensi nei principali eventi organizzati in Italia e in Europa e aprire le possibilità a collaborazioni con studi in USA, Germania, Svizzera, Austria, Inghilterra e Ungheria. Questo ha permesso ad Alex di entrare in contatto con una realtà internazionale di artisti e trasferirsi per un lungo periodo a vivere e lavorare a Cape Town, Sudafrica, dove le ormai solide competenze acquisite gli hanno permesso di tenere conferenze e seminari per tutto il paese, e sopratutto di entrare in contatto con una realtà artistica molto stimolante. Al rientro in Italia l’impronta stilistica dei suoi lavori si è andata via via definendo, rivelando un tocco molto personale in equilibrio tra la precisione tecnica maniacale e la stesura di tinte compatte e brillanti. Il suo percorso e i suoi risultati, sono stati notati oltreoceano e in breve è entrato a far parte del Team World Famous Tattoo Ink USA, cominciando da quel momento a lavorare equipaggiato dei migliori pigmenti e materiali presenti sul mercato. Ora Alex ha deciso di mettere insieme tutta la sua esperienza, le sue idee e la grande passione per il tatuaggio, creando un suo studio personale dove potersi esprimere senza frontiere e senza smettere di evolversi. E quindi… benvenuti al Morbink Tattoo Parlour.


Guests

Ivan "Trap" Trapiani

Ivan Trapiani ha cominciato la sua carriera di tatuatore più di 20 anni fa a Piove di Sacco, vicino a Venezia. Ha studiato pittura e illustrazione presso l’Accademia di Venezia dove ha sviluppato una sua personale sensibilità nella comprensione e lo sviluppo del tatuaggio e delle arti in generale. Oggi il suo studio personale nella sua città natale è tra i più celebri e acclamati d’Italia, con all’attivo un altissimo numero di premi vinti e riconoscimenti ottenuti nelle rassegne nazionali ed internazionali. Lo stile inconfondibile di Ivan è maturato negli anni contaminando un mix di studi anatomici sul realismo con atmosfere gotiche e dark sapientemente legate da un layout grafico minimalista di forte impatto estetico. Il suo talento gli ha permesso di diffondere la sua visione del tatuaggio in alcuni degli studi più importanti e famosi del mondo, e il Morbink Tattoo Parlour è orgoglioso di averlo nel suo staff come ospite regolare.


Gianluca Semez

Gianluca Semez, classe 1995, nasce a Trieste. Sin da bambino dimostra un forte richiamo per il disegno e l’arte in ogni sua forma. Nel periodo adolescenziale scopre il mondo del tatuaggio e le sue passioni trovano subito un indirizzo preciso. Comincia ben presto a frequentare vari studi di Trieste e in breve tempo capisce di voler intraprendere il mestiere. Dal 2016 esercita la professione presso lo studio Morbink Tattoo Parlour di Trieste – sotto l’ala capace di Alessandro Perticucci. La sua inclinazione artistica lo porta a prediligere uno stile geometrico-ornamentale e il dotworkPrivilegia la creazione di opere in simmetria, che seguono e vestono le linee corporee, armonizzando pattern geometrici e mandala. Da sempre legato ad una forte connotazione spirituale, il suo lavoro rimanda agli insegnamenti delle prime scuole mistiche sulla creazione dell’universo secondo precisi modelli geometrici, la cui armonia viene ricreata sul corpo attraverso la sua tecnica di tatuaggio.